Dal Web

LE FARINE PALEO

Farine Alternative: Mandorle, Castagne, Cocco

Per chi segui una dieta Paleo, può essere una sfida evitare sempre le farine tipica di una cucina normale occidentale. Sopra tutto nell’inzio. Ma fidati, dopo ci si perde questo fissazione. Pero, anche i più fedele e appassionati, qualche volta devono accontentare qualcun altro; ospite, famiglie, ecc.


Per cui parliamo di farine alternative
Si può ogni tanto includere nella dieta alcuni alimenti che sono meno popolari o sotto- valutata nelle società occidentali, ma sono ampiamente disponibili, nutriente e gustose. Scoprendo questi alimenti è un ottimo modo per diversificare la dieta e portare più piacere nella dieta quotidiana.


Per prima parliamo delle castagne essendo che sono facile trovare in Italia

Castagne

Le castagne sono un noce da albero, rispetto alle mandorle e anacardi, per esempio, che in realtà sono davvero dei frutti. Essi non hanno niente che fare con le castagne d’acqua, che sono un tubero da una pianta acquatica. Ci sono molteplici varietà di castagne, le varietà europee e asiatiche essendo quelle più popolari.

Le Castagne sono particolari in quanto sono ricchi di amido, a differenza della maggior parte delle noci, che sono spessi piuttosto grassi. Infatti le castagne hanno un basso contenuto di grassi. Sono una buona opzione come fonte di carboidrato naturale per chi ama mangiare un po’ più amido, ma sempre rimanendo nei confini Paleo, mangiando ciò che è disponibile in natura. Patate dolci e patate sono una buona opzione, ma si può annoiare di mangiarle sempre. Castagne al salvataggio!

Essi sono raramente consumati crudi e più spesso sono mangiato arrostiti, ma anche a volte bolliti. Si può creare prodotti da forno Paleo con la farina di castagne. In realtà, la farina di castagne può essere utilizzate al posto di farina di mandorle in quasi tutte le ricette. Questa farina può essere utilizzato anche per addensare salse.


Farina di castagne è probabilmente un’idea migliore della farina di mandorle per i prodotti da forno, perché la farina di mandorle contiene elevate quantità di grassi polinsaturi fragile che ossidano facilmente a contatto con una fonte di calore e che dovrebbero essere ridotti al minimo su una dieta sana, anche se sono non ossidato.

Tiene presente che essendo un fonte di carboidrati amidacei, alcune persone andrebbero meglio senza, soprattutto coloro che desiderano perdere peso. Alcune persone con problemi digestivi o con un metabolismo non ottimo probabilmente dovranno evitare del tutto l’amido cosi come i noci in generale.
Per coloro che godono moderate quantità di verdure ricche di amido, però, le castagne possono essere un’aggiunta meravigliosa.

Nutrizione nelle castagne
Le castagne sono probabilmente non quello che noi chiameremmo una potenza nutrizione, ma sono ancora piuttosto elevato in manganese, vitamina C, vitamina B6 e rame. Sono infatti solo le noci che contengono livelli apprezzabili di vitamina C.

In 100 grammi di castagne si trovano 53 grammi di carboidrati. Di questi 53 grammi, 11 provengono da zuccheri semplici, 5 da fibra e il restante 37 grammi è l’amido.
In quelli stessi 100 grammi di castagne, si ottiene solo 2,2 grammi di grassi e 3 grammi di proteine.

E il contenuto di acido fitico?
Sarai contento di sapere che, come la maggior parte dei noci, le castagne contengono alcuni livelli di acido fitico che lega i nutrienti come calcio, ferro e magnesio e li rende disponibili, ma che il contenuto di acido fitico è piuttosto basso in castagne. In realtà, vi è circa 47mg/100g di acido fitico in castagna mentre si trova a 1280 mg/100g nell mandorle e 760mg/100g nelle noci, secondo un articolo pubblicato nel 1987.
Annunci